IL COSTO DELLO STORAGE SHAREPOINT ONLINE: UN PROBLEMA PER LE GRANDI AZIENDE?

Il costo dello storage SharePoint Online, su cui si basano gran parte dei contenuti e dei servizi di Microsoft 365, sta diventando un tema scottante, soprattutto per le grandi aziende.

Una volta attivato un tenant M365, l’organizzazione dispone di una quota di storage di base di 1 TB, a cui si aggiunge una quota di 10 GB per ciascun utente licenziato. 

Quindi, per un’azienda di 200 dipendenti, si disporrà di una quota di storage di circa 3 TB (1 TB + 200 utenti x 10 GB).

Sono pochi o sono tanti?

Tutti i contenuti documentali, come siti SharePoint, Teams, video caricati su Stream, documenti condivisi sulle community di Engage, sono memorizzati su SharePoint Online e concorrono al consumo della quota. Inoltre, SharePoint gestisce di default il versioning dei file, salvando una copia di ogni versione del documento.

Estendere la quota dello storage

Il costo dello storage aggiuntivo, acquistabile come integrazione ai piani di base, è di 0,20$ per GB/mese, ovvero 2457 $/anno per TB. Questo può diventare un costo significativo per le grandi aziende, soprattutto se non preventivato.

Uno Scenario

Ipotizzando un’azienda da circa 110 dipendenti (i numeri sono quelli di un caso reale), con una quota storage di base di 4,95 TB, il trend di crescita di utilizzo dello storage potrebbe aggirarsi su di un consumo medio di 0,1 TB/mese.
Tradotto in pratica, l’occupazione dello storage potrebbe essere di 1,2 TB/anno, immaginando che i dati del secondo anno si accumulino a quelli del primo anno (visto che nessuno cancella mai nulla).y

Nello scenario ipotizzato, il limite di quota verrebbe “sforato” nel quinto anno di utilizzo del tenant, comportando la necessità di acquistare una quota storage supplementare per circa 1,05 TB, con un costo aggiuntivo di circa 2.500$.

Nel sesto anno, senza variazione del comportamento, l’esubero della quota passerebbe a 2,25 TB, con un costo aggiuntivo di circa 5.500$, il settimo anno 8.400$ e così via.

E le aziende più grandi?

Proseguendo il ragionamento, seppur con un certo livello di approssimazione, immaginiamo un secondo scenario per una realtà da 10.000 dipendenti.

La quota base dello storage, in virtù delle 10.000 licenze utente, partirebbe da circa 101 TB.

Ma con quai ritmi potrebbe arrivare a saturare la quota?

Conclusioni

In sintesi, il costo dello storage SharePoint Online può diventare un problema per le grandi aziende e deve essere attentamente monitorato e preventivato.

L’arrivo della funzionalità di Microsoft 365 Archive (ora in Preview), forse non è del tutto casuale.

La governance del tenant Microsoft 365 diventa ancora più importante, definendo regole sul ciclo di vita dei contenuti.

Lascia un commento