MICROSOFT VIVA: ORIENTARSI SUI PIANI DI SOTTOSCRIZIONE

Nelle ultime settimane Microsoft ha introdotto diversi cambiamenti sui piani di sottoscrizione della suite Microsoft Viva, la piattaforma a supporto della employee experience.

In passato, parte dei prodotti Viva potevano essere acquistati come singoli add-on, oppure con un concetto di bundle (Viva Suite), come estensione di alcune funzionalità di base offerte da alcune delle applicazioni Viva comprese nei piani di abbonamento standard a Microsoft 365.

Ora i diversi moduli di Viva sono stati riorganizzati come singoli add-on ai piani di licenza di base (E1, E3, …), e all’interno di tre proposte bundle.
Inoltre, alcune delle applicazioni Viva (es. Viva Goals) non sono più acquistabili come singolo add-on, ma fanno parte solo della Viva Suite.

Ricapitolando:

  • alcune applicazioni (Viva ConnectionsViva EngageViva Learning e Viva Insighs), per le funzionalità di base, sono incluse nei piani di sottoscrizione standard di Microsoft 365, senza richiede add-on;
  • alcune applicazioni di Viva (non tutte) sono acquistabili individualmente come specifico add-on;
  • il bundle “Viva Employee Communications and Communities” include le versioni premium di Viva ConnectionsViva Engage e Viva Amplify;
  • il bundle “Viva Workplace Analutics and Employee Feedback” comprende le caratteristiche premium di Viva InsightsViva Glint e Viva Pulse;
  • il bundle “Viva Suite” comprende l’intera famiglia di applicazioni premium (eccetto Viva Sales, che resta un add-on specifico).

Di seguito riporto un paio di slide di sintesi, prese dai seminari di envisioning della Employee Experience di Green Team.

Microsoft ha anche predisposto una tabella di confronto, attraverso la quale comprendere meglio quali funzionalità della singola applicazione Viva fa parte delle caratteristiche di base (quindi comprese nel costo delle sottoscrizioni di base) e quali caratteristiche sono considerate premium, richiedendo un add-on di spesa.

Lascia un commento